Uno sguardo al di là dei denti

Come lavora l’ortottista?
L’ortottista mette in atto un insieme di tecniche mirate alla riabilitazione visiva, occupandosi dei deficit muscolari e sensoriali che colpiscono l’apparato visivo, al fine di ristabilire un equilibrio funzionale e posturale.
La riabilitazione visiva intende migliorare lo sviluppo e il rendimento della funzione visiva, sia percettiva che motoria, tanto nei bambini quanto negli adulti.

Altro

Intervista RadioRadio

Video dell'intervista

La Dott.ssa Antonella Lo Bianco è stata invitata a Radio Radio per parlare della sedazione cosciente

Un caso Invisalign

La paziente presentava una seconda classe importante con retrusione mandibolare e affollamento dell'arcata inferiore.

Altro

Radiofrequenza

Nel nostro studio ci occupiamo anche di ciò che fa da cornice al sorriso, utilizzando il metodo M Therm: trattamento che leviga la pelle del viso, collo e décolleté, rassodandone i tessuti e garantendo risultati duraturi.
L'azione è mirata e diretta al reticolo dermico destrutturato, all'elasticità, al tono e al rilassamento cutanea e alla ritenzione idrica.

Altro

A merenda meglio un frutto che un succo di frutta!!!

I succhi di frutta rappresentano, nell'immaginario collettivo, una sana alternativa alla frutta e vengono spesso scelti, anche per la loro praticità, come merenda a metà mattina e/o a metà pomeriggio. Poichè sono liquidi vengono utilizzati a volte al posto dell'acqua e quindi associati di frequente ad altri alimenti.

Altro

Ciuccio sì, ciuccio no? E se ciuccia il dito?

Il "ciucciare" è un riflesso del tutto naturale nel corso dei primi mesi di vita, ma l'abitudine prolungata nel tempo può essere causa di deformazione della porzione ossea che sostiene gli incisivi superiori, provocandone l'inclinazione in avanti e il morso aperto conseguente, e spesso associato a morso crociato posteriore.

Tra i 2 e i 3 anni avviene il passaggio da una deglutizione infantile di tipo adulto, che comporta innanzi tutto lo spostamento della lingua sul palato durante la deglutizione, posizione essenziale a garantire la modellazione dell'arcata superiore.
Occorre far prevenzione fin dalla nascita, prediligendo l'allattamento al seno, iniziando lo svezzamento a 6/8 mesi per passare a cibi più consistenti e iniziare a bere alla tazza intorno all'anno di età, per ridurre l'uso del biberon, ed è importante togliere il ciuccio dal 18° mese.

Ben più indaginoso è dissuadere il bambino dal ciucciare il dito (spesso il pollice), visto che spesso si protrae ben oltre questa età..

Gli effetti prodotti dalle abitudini viziate dipendono dal numero di ore in cui si protraggono e dall'età del bambino.
La vera prevenzione si dovrebbe attuare illustrando al bambino e soprattutto ai genitori i motivi che devono indurre a smettere di ciucciare, creando un sistema di rinforzi positivi e di sostituzione dell'oggetto "consolatorio".
A questo scopo il calendario del sole o delle nuvole (come nella foto) o delle fiabe a tema sono di grande aiuto.

Edulcoranti

L'alimentazione gioca un ruolo molto importante nel mantenimento della salute dell’organismo e quindi anche di bocca e denti.

Altro