Edulcoranti

L'alimentazione gioca un ruolo molto importante nel mantenimento della salute dell’organismo e quindi anche di bocca e denti.

I ricercatori scientifici hanno dimostrato con diversi studi sulla popolazione come il tipo di dieta e in particolare l'assunzione di zuccheri siano correlati all'aumento del numero di carie e alla gravità con cui la stessa carie si presenta.
La carie infatti è una malattia causata dalla dissoluzione dei tessuti duri del dente per opera dei batteri che digeriscono gli zuccheri producendo acidi.
Per questa ragione numerosi organi nazionali e internazionali che si occupano di nutrizione e salvaguardia della salute suggeriscono l’utilizzo di sostanze edulcoranti ovvero delle sostanze che per il loro potere dolcificante possono essere aggiunte agli alimenti in alternativa allo zucchero. I sostituti dello zucchero possono infatti contribuire a ridurre l’incidenza di carie sia negli adulti che nei bambini in quanto i batteri del cavo orale non sono in grado di digerirli.


Gli edulcoranti più diffusi sono:
•    I polioli (soprattutto xilitolo e eritritolo ma anche sorbitolo, mannitolo, maltitolo) hanno un potere dolcificante simile a quello dello zucchero e possono essere usati per dolcificare biscotti, caramelle, gomme da masticare, dentifrici. Se assunti nelle dosi consigliate per lunghi periodi riducono il rischio di carie.
•    La stevia è una pianta originaria del Sud America dalle cui foglie si ottiene un dolcificante che può sostituire il comune zucchero da tavola e può essere usato nelle preparazioni casalinghe di dolci.
•    I dolcificanti di sintesi come la saccarina e i ciclamati possono essere validi sostituti dello zucchero per dolcificare te e caffe.


È importante ricordare che i carboidrati rappresentano una fonte di nutrimento fondamentale per l’organismo e che l’uso di sostanze edulcoranti alternative allo zucchero è comunque soggetto a restrizioni.

                               

                                                                                                                                                                                   Dott.ssa Maria Antonietta Zimbalatti