Alessandra Pacifico

Ortottista

Ho scelto di intraprendere gli studi come ortottista perché come tutte le professioni sanitarie permette di  assistere il paziente

e constatare la sua soddisfazione quando raggiunge gli obiettivi  e in più mi ha sempre affascinato il sistema visivo.

Mi sono laureata in Ortottica ed assistenza oftalmologica nel 2013 e ho subito iniziato a praticare tirocinio in un ospedale per ampliare le mie conoscenze teoriche e pratiche. Attualmente collaboro con colleghe ed oculisti sia in ospedale che in studi privati. L’ortottista si occupa di studiare la motilità oculare del paziente (strabismo, occhio pigro…) ed eventualmente intervenire per far ottenere una corretta visione binoculare.
Negli ultimi anni si sono trovate sempre più interconnessioni tra le varie figure sanitarie, in particolare mi affascina la connessione tra visione, postura e occlusione mandibolare. Presso lo studio Lo Bianco, attraverso valutazioni ortottiche, studio la motilità oculare del piccolo paziente per valutare eventuali relazioni tra disturbi della motilità oculare e malocclusione mandibolare. Infatti alterazioni e variazioni della postura mandibolare, linguale ecc., sono risultati spesso fattori estremamente destabilizzanti il sistema oculomotorio e la loro ottimizzazione ha consentito recuperi talvolta inaspettati ed insperati. Allo stesso modo, più ci si avvicina ad una condizione di simmetria facciale e di equilibrio neuromuscolare, migliore risulta essere il controllo della postura e la stabilizzazione dello sguardo.